SIAMO NOI, SIAMO IN TANTI
Racconti dal carcere
a cura di Antonella Bolelli Ferrera

Autori: vari
Data di uscita: 29 Maggio 2012
Prezzo: 10,00 €
Casa Editrice: RaiEri
Pagine: 334

20 racconti, il meglio dei molti, moltissimi in concorso al premio letterario Goliarda Sapienza “Racconti dal carcere”, edizione 2011-2012.
Non è stato facile scegliere. Soprattutto, non è stato facile escludere. Ogni storia trasuda sentimento, che può essere di sofferenza, di rabbia, di speranza. Magari chi scrive non è italiano o è poco più che analfabeta, ma come decidere di non premiare chi ha saputo trasmettere ugualmente un’emozione? Oppure è – senza ammetterlo – un fuorilegge convinto e racconta con aria sfrontata episodi di quel suo mondo fuori e dentro le mura del carcere con l’intento di stupire. E vi riesce. Come non riconoscergli che con la penna in mano ha raggiunto l’obiettivo? Magari, il primo della sua vita.
Alcuni racconti sono accompagnati da una lettera che per l’intensità delle parole meriterebbe di far parte del racconto stesso. Altri sono scritti come un soggetto cinematografico, scena per scena, cadenzando sapientemente le ore, i giorni, i mesi, gli anni che trascorrono senza fine. In qualche caso per davvero, perché il fine pena è “mai”.
C’è spesso rabbia, espressa senza mezzi termini, verso un sistema che fatica a dare un senso a quella rieducazione del condannato – o del dannato, come scrive uno di loro – enunciata dall’articolo 27 della Costituzione.
Questi 20 racconti ci catapultano nel mondo carcerario, calandoci dentro a storie personali che a tratti sembrano volerci convincere del perché di scelte di vita scellerate perpetrate all’infinito, ma si scopre che chi ha potuto avvicinarsi alla lettura, ha maturato con il tempo una maggiore sensibilità e, conseguentemente, la consapevolezza dei propri errori. Il circolo virtuoso lettura-scrittura-riflessione, si sa, porta spesso buoni frutti. Sono gli stessi detenuti a scriverlo e a darne merito alle persone che li hanno condotti per mano nel fantastico viaggio dell’apprendimento e della conoscenza. Si tratta, il più delle volte, di educatori e volontari che dedicano molto tempo della loro vita a queste vite rinchiuse, sospese.
L’obiettivo del premio letterario Goliarda Sapienza è di dare un piccolo contributo in tale direzione.
La scelta di abbinare ogni racconto a un affermato rappresentante del mondo culturale e dell’informazione, consente di imprimere una forma più compiuta al testo, pur nel rispetto della sua originalità, e di introdurlo attraverso un commento sicuramente stimolante per l’autore che ne è il destinatario.

Promotori

medaglia del presidente della repubblica

patrocini

mediapartner

partner

editore

sponsor tecnici