I VINCITORI del Premio Goliarda Sapienza 2016

I VINCITORI del Premio Goliarda Sapienza 2016

ANNUNCIAMO I VINCITORI DELLA VI EDIZIONE DEL PREMIO GOLIARDA SAPIENZA "RACCONTI DAL CARCERE"

1° CLASSIFICATO – MICHELE MAGGIO “CEMENTO URLANTE” - TUTOR: SANDRO RUOTOLO

Per il grande ritmo e la sapiente costruzione narrativa, Michele Maggio riesce a interessare il lettore e a sviluppare un piano sequenza cinematografico amaro e divertente, ironico ed estremamente realistico. Tutti i personaggi vengono delineati con pochi, netti tratti, fino all’ultima cella, in cui l’autore dimostra non solo maturità letteraria, ma anche capacità introspettiva e coraggiosa coerenza.

 

2° CLASSIFICATO – STEFANO LEMMA “L’ORTO DELLE FATE” - TUTOR: RICKY TOGNAZZI E SIMONA IZZO

Un racconto toccante e commovente, autentico, in cui la storia scorre fluida affrontando il difficile tema dei rapporti familiari, in bilico tra le certezze del protagonista e la voglia di imparare a perdonare. Una storia d’Amore di particolare purezza, narrata con semplicità per arrivare in fondo al cuore del lettore.

 

3° CLASSIFICATO – SALVATORE TORRE “PARAFRASI DI UN LUTTO DIVERSAMENTE ELABORATO” - TUTOR: ALESSANDRO D'ALATRI

Un racconto dal forte impatto emozionale, che elabora le ragioni della vendetta con persuasiva concisione, per poi sviluppare in maniera articolata, profonda e personale il tema del perdono. Salvatore Torre realizza una storia intrigante, avvincente ed evocativa, oltre a dimostrare una grande capacità di analizzare i sentimenti e farli vivere al lettore.

 

MENZIONI

FANFARU’ “DEJA’ VU” - TUTOR: CINZIA TANI

Per aver saputo bilanciare il livello della realtà – crudele e agghiacciante – con quello onirico che conduce a inaspettati colpi di scena.

 

MASSIMO ARMANDO RAGANATO “U SANGU FACI U MURMURU” - TUTOR: BIANCA STANCANELLI

Per aver raccontato con capacità introspettiva l’epopea della vendetta e la difficile elaborazione del pentimento.

 

SEBASTIANO PRINO “LA CASA DEL PADRE” - TUTOR: EMILIA COSTANTINI

Per aver descritto il mondo barbaricino, mescolando la realtà ai miti legati alle tradizioni locali, creando un effetto letterario di grande forza comunicativa.

 

SEZIONE MINORI E GIOVANI ADULTI

1° CLASSIFICATO – ANTONIO  “IL BIGLIETTO DI ROSA PARKS” - TUTOR: ERRI DE LUCA

Originale, musicale, comunicativo. Una storia non storia che avvolge e affascina, un collage di anime “graffiate”, che si raccontano con la purezza e l’impulsività tipica della loro giovane età. Uno sguardo critico e allo stesso tempo spontaneo sulla vita, corale e complesso, nitido e struggente.

 

2° CLASSIFICATO – UNKNOWN “PERDONATE L’EMOZIONE” - TUTOR: LUCA BARBAROSSA

Un racconto maturo, in cui il vissuto personale fa da sfondo a un viaggio onirico che non perde mai la sua concretezza e la sua capacità evocativa. L’autore dimostra un’ottima capacità di utilizzare i simboli e di rielaborare artisticamente la propria storia. Efficace nel visualizzare la forza catartica della musica.

 

3° CLASSIFICATO – RAFFAELE AMABILE  “C’E’ ANNA” - TUTOR: FEDERICO MOCCIA

Spontaneo e diretto, Raffaele Amabile delinea una storia sentimentale sullo sfondo della delinquenza a Scampia. Il contrasto genera un piccolo effetto di umorismo sotterraneo di notevole qualità.

 

MENZIONE  

VALIA – MI SENTO PETALOSO - TUTOR: GUIDO BARLOZZETTI

Per aver saputo raccontare come, a volte, le origini condizionino la vita ancor più delle azioni stesse.

Promotori

sponsor tecnici